Camera da letto nella storia
Il Medio Evo

Spazio Notte 27 apr 2019

Prosegue il nostro viaggio nella storia attraverso le camere da letto. Dopo aver visto come veniva arredata la camera nell’antica Roma oggi proseguiamo nel Medio Evo per capire come cambiano abitudini e gusti attraverso la storia.

Ti sei perso la prima parte? Allora leggi

La camera nell’Antica Roma

Arredamento nel Medio Evo


Tanto per cominciare dovremmo fare una distinzione fra pre e post regni barbarici in quanto la qualità della vita, gli usi e i costumi della popolazione in Italia cambiarono notevolmente.
Ricordiamo che il Medio Evo ebbe inizio con la caduta dell’Impero Romano nel 476 d.C. periodo che portò a un iniziale impoverimento di tutte le forme artistiche, comprese quelle riguardanti l’arte mobiliera che era improntata alla praticità piuttosto che alla bellezza.
C’è da dire però che, nello stesso periodo in Oriente sotto l’Impero Bizantino, i produttori di mobili raggiunsero una qualità e una raffinatezza unica.
Decorazioni di grande pregio con ornamenti orientali e motivi curvilinei o geometrici che venivano intarsiati o creati con mosaico in oro, rendevano questi mobili estremamente eleganti e crearono il cosiddetto stile bizantino riprese in occidente dagli artgiani del regno longobardo.

Tra l’XI e il XII secolo invece in Europa si diffuse lo stile romanico che nelle case si tradusse in mobilio essenziale legato alla vita frugale di quel periodo. Tipici di questo periodo i tavoli a fratina e le madie per la cucina dove venivano riposti i generi alimentari. Frugali erano anche le camere da letto della gente comune mentre, fra il clero e la nobiltà si inizia a diffondere il baldacchino.

Importato dall’Oriente dalle Repubbliche Marinare intorno al 1200, con il termine baldacchino si intendeva uno o più drappi di seta utilizzati inizialmente per rendere onore agli oggetti sacri e poi per proteggere cardinali, vescovi, re e imperatori dagli sguardi indiscreti.
Il baldacchino prese piede soprattutto a protezione del letto dei nobili che, ricordiamo, avevano costantemente la servitù in camera. Insomma la privacy era importante anche allora!

Oltre al letto ( a baldacchino in certi casi) il mobile in assoluto più diffuso nelle camere del medio Evo era il “cassone” un grosso baule nel quale si riponevano abiti e oggetti vari che poteva essere anche trasportato.

Vuoi Informazioni?

Invia adesso la tua richiesta.

info@illettoabaldacchino.it