Dormi poco e ti senti sempre stanco?
Ecco le cause e i problemi che può portare questo disturbo

Spazio Notte 23 apr 2019

Il sonno ha un ruolo fondamentale per il nostro benessere durante tutto l'arco della vita, garantendo la nostra saluta mentale e fisica e un buon livello di qualità della vita poiché permette all'organismo di rigenerarsi e prepararsi per affrontare la giornata successiva.
E' caratterizzato dall'alternanza di due fasi- dette fase REM e non REM- il cui equilibrio ciclico garantisce un corretto riposo, assieme ad un numero di ore adeguate a seconda dell'età e della particolarità del soggetto ma che possono variare dalle 7 alle 9 ore circa in un individuo adulto tra i 26 e i 64 anni. Diciamo allora che si considera non sufficiente dormire sotto le 6 ore per notte.
L'insonnia è un disturbo che può essere generato da molteplici cause e coinvolge differenti aspetti, tanto psicologici quanto fisici, che vanno ben oltre la semplice stanchezza che possiamo avvertire e che influiscono sullo stato di salute di tutto l'organismo.
Capirne l'origine è sicuramente il primo passo per riuscire a risolverlo.
Ecco come mai può verificarsi e quali sono le problematiche a cui si va incontro se non si agisce per contrastarlo.

Cause:


• Stress e stili di vita disordinati con mancanza di ritmi adeguati di sonno-veglia
• Depressione

• Uso di dispositivi elettronici prima di dormire

• Assunzione di bevande eccitanti come caffè o teina

• Cause fisiologiche come ad esempio menopausa, problemi alla tiroide, dolori cronici...

• Errata alimentazione ma anche intestino irritato con flora batterica alterata

• Temperatura inadatta nell'ambiente in cui si dorme, di solito si tratta di troppo calore, la temperatura ideale è di 18-20°

• Materasso, struttura del letto o cuscino che non sostengono correttamente la colonna vertebrale

dormire

5 consigli per dormire bene

Problemi correlati:


• Difficoltà a prendere decisioni, risolvere problemi, ricordare.

• Irritabilità, nervosismo, difficoltà ad affrontare i cambiamenti

• Minor capacità di tolleranza al glucosio che può portare a soffrire di diabete

• Aumento della pressione sanguigna e possibili conseguenze negative sulla salute del cuore

• Alterazione del metabolismo e dei livelli ormonali

• Astenia accompagnata da calo delle prestazione fisiche e mentali


Vediamo dunque che il nostro organismo non può sopportare senza conseguenze una carenza di sonno che perdura nel tempo: gli effetti su soggetti predisposti possono essere anche gravi. Perciò quando le difficoltà legate al riposo notturno si protraggono per oltre tre mesi sarebbe opportuno rivedere le nostre abitudini e, in caso non si arrivasse ad una soluzione, rivolgersi ad uno specialista in grado di aiutarci a superare questo problema.

Vuoi Informazioni?

Invia adesso la tua richiesta.

info@illettoabaldacchino.it